venerdì 1 febbraio 2013

Londonized Me



Una questione di possibilità, in termini di abbondanza. Di percezione di apertura d'orizzonti. Di mondo non ne ho visto poi molto, ma viaggiare è scoprire e sorprendersi; e a me, Londra, sorprende ancora. Una varietà umana che è vasta quasi quanto la rete dei trasporti e che proprio come quest'ultima ti permette di arrivare dappertutto in un battito di ciglia, correndo dai capelli di un'indiana agli occhi di un giapponese come si corre da Regent Street a Kingly Court; dalla folla della high street alla quiete di un giardino zen. 

Non mi dilungo in elogi e sproloqui, chè non tutti ritrovano casa nello stesso luogo, ma credo la tua anima debba essere proprio in letargo per non trovare interessante Londra.









La VERA AGNESE_ Attacchi di risate dentro uno Starbucks con mamma; vi lascio immaginare le facce sconvolte delle signore inglesi sedute accanto a noi!






Vanilla Spice Latte, I miss you!

2 commenti:

  1. Ben tornata cara!
    Le ultime foto sono stupende!! :-)
    Hai trovato anche delle belle giornate? Menomale!!
    La metro di Londra è la prima nata ma nonostante questo è più efficente di quelle moderne!

    Ciao,
    Simona

    RispondiElimina
  2. Grazie mille, riferirò il complimento alla mia mamma :D tempo splendido,solo un pomeriggio piovigginoso: ne abbiamo approfittato per visitare il British Museum ;) di necessità virtù!

    RispondiElimina